Blog

Amalfi, la perla della costiera amalfitana

“Per gli Amalfitani che andranno in Paradiso sarà un giorno come tutti gli altri”.

amalfi, sulla costiera amalfitana

Amalfi, una città inconfondibile, un paesino arroccato sulla costa da Vietri sul mare a Punta campanella, alla quale conferisce il nome, le cui strade, scalinate, viuzze si rincorrono creando un gioco di geometrie, prospettive e forme architettoniche mozzafiato. Il tutto incorniciato da abitazioni pittoresche e splendidi giardini terrazzati.

Amalfi nella storia

Fondato all’epoca degli antichi romani, il comune di Amalfi ricoprì un ruolo fondamentale a partire dal IX secolo, quando il suo status di Repubblica Marinara la portò a competere con Pisa, Venezia e Genova per il controllo del mar Mediterraneo.

Amalfi

Nel XI secolo Amalfi raggiunse il suo massimo splendore. Divenne un punto di riferimento nel Mediterraneo, per le relazioni diplomatiche e per gli affari via mare in generale. Qui vennero redatte le celeberrime “Tavole amalfitane”, il più antico statuto marittimo Italiano adoperato, in tutta l’area del Mediterraneo, fino al XVI secolo. Il codice è composto da 66 “capitoli”: i primi 21, in latino, i restanti 45, scritti in volgare, vennero aggiunti appena nel XIII secolo. é grazie ai nobili amalfitani, che commissionarono la creazione di copie su carta, se Il testo delle Tavole è giunto sino ai giorni nostri, mentre la versione originale non esiste più. Una di queste copie, di proprietà del governo austriaco, venne comprata nel 1929 dal governo italiano e regalata ad Amalfi. é possibile consultare il documento programmando una vista al museo civico all’interno del palazzo comunale.

Un giorno ad Amalfi

Una destinazione da sogno, un privilegio potervi trascorrere una giornata, non una semplice città ma un’esperienza che vi entrerà nel cuore e che non dimenticherete così facilmente. Pronti? si parte!

1. La grotta dello smeraldo

grotta smeraldo amalfi

Nella zona ovest, che va verso Conca dei Marini troverete questo gioiello della natura. La grotta, che prende il nome dal colore delle sue acque, venne scoperta nel1932 per puro caso da Luigi Buonocore, un pescatore della zona. Visitabile sia dal mare che da terra, la grotta vi lascerà senza fiato.

Lasciatevi affascinare dalla sua acqua cristallina, dalle pareti lavorate dal tempo e dal mare, dagli intrecci di stalagmiti e stalattiti e dal silenzio religioso con il quale le guide vi porteranno alla scoperta di questo paradiso.

2. La darsena

Dopo l’emozione della natura allo stato puro potrete visitare l’Arsenale, l’antico cantiere dove venivano costruite le galee utilizzate al tempo della Repubblica Marinara che oggi ospita il museo della bussola e del Ducato Amalfitano. Una suggestiva passeggiata che vi porterà attraverso testimonianze della passata gloria della città e che vi farà scoprire la vivace vita culturale del paese.

3. Il Duomo

duomo sant andrea amalfi

La cattedrale di Sant’Andrea o meglio nota come “Duomo di Amalfi” è una vera e propria perla d’architettura romanica incastonata tra costruzioni moderne ed è la punta di diamante della Costiera Amalfitana. La sua spettacolare struttura, che sovrasta la piccola piazza, troneggia su di una scalinata con una facciata dal gusto arabo con decorazione policroma, gli archi ad ogiva e le trifore del portico. Dopo aver visitato il duomo è d’obbligo una passeggiata nel centro storico di Amalfi. Consigliata è una visita al rione Vagliendola, dominato dalla chiesa di San Biagio.

4. La valle dei Mulini e le Ferriere

valle dei mulini amalfi

Andando verso Nord percorrendo la strada centrale ci si inoltro verso la Valle dei Mulini e le Ferriere. Da qui è possibile percorrere splendidi sentieri che passano attraverso bellissimi giardini di limoni e distillerie artigianali dove si può acquistare il vero Limoncello. Seguendo questi percorsi è possibile visitare anche antiche cartiere che producono la rinomata Carta d’Amalfi a cui è stato dedicato l’interessante museo della carta.

Siete rimasti colpiti dai sapori della Costiera Amalfitana? Nella nostra box bio potrete assaporare un prodotto che viene direttamente da Roccapiemonte: il sugo alla genovese.